Paura di chi?

Questa mattina ho sentito l'ennesima notizia che un'altra coppia gay è stata aggredita.
Si parla di omofobia, che il vocabolario Garzanti definisce come " paura eccessiva dell'omosessualità". Però penso che quella paura eccessiva sia una perifrasi per nascondere un'altra parola che è "schifo". Infatti è questa la parola che viene più ripetuta quando degli etero parlano di omosessualità.
Forse peccherò di superficialità ma, secondo la mia modesta opinione, non si può provare qualcosa senza averla provata! A me una volta le fragole non piacevano, tanto meno i pomodori! Adesso invece ne vado matto dopo averli provati (le prime per insistenza, i secondi per necessità!).
Alla stazione di Padova un venerdì nel tardo pomeriggio di qualche anno fa mi è capitato di essere testimone di una dimostrazione di amore e di affetto mai vista prima. Due innamorati in lacrime che si baciavano con passione e ardore stretti in un saldo abbraccio difficile da sciogliere.
Ne ho visti di baci etero e alcuni di questi mi hanno davvero fatto schifo perché erano volgari fuori luogo pesanti ostentati ma nessuno mi ha trasmesso quello che riuscivano a trasmettere quei due ragazzi.
Quello che rendeva la scena speciale non era il sesso dei due innamorati, uguale fra loro, due maschi. Ma il trasporto la passione la necessità di rimanere uniti e di proteggersi il più a lungo possibile dalla tragedia di separarsi che incombeva.
Erano dolcissimi! Molto più dolci di qualche altro etero.
Credo che questi atteggiamenti contro i gay non siano altro che una delle varie forme di impersonificazione di maleducazione di mancanza di rispetto e di ignoranza che l'essere umano sia in grado di concepire.
Questo fa veramente schifo.
Non capisco la mancanza di rispetto soprattutto verso realtà situazioni persone che non si conoscono!
Non tollero chi si crede di essere migliore di qualcun altro. Purtroppo se ne vedono tanti.

Read Users' Comments (2)

2 Response to "Paura di chi?"